Novartis-Grecia: un dibattito gratuitamente spettacolarizzato

in riferimento al recente programma trasmesso dalla televisione svizzera RSI, relativo all’inchiesta sulle pratiche di business di Novartis in Grecia e ripreso da alcuni media italiani, Novartis ribadisce che il caso in questione è da tempo oggetto di un dibattito altamente politicizzato, litigioso e, spesso, gratuitamente spettacolarizzato.

Si tratta di un caso che risale al 2016 e il programma non fornisce alcun aggiornamento credibile sull’argomento. Novartis non ritiene sia il caso di discutere di comunicazioni viziate all’origine, tuttavia considera opportuno specificare che:

L’azienda ha sempre cooperato, e continuerà a farlo, con le indagini in corso da parte delle autorità greche e statunitensi e ha condotto esaurienti indagini interne sulle accuse nei suoi confronti.  È a conoscenza del fatto che alcuni dirigenti Novartis sono stati convocati dal Procuratore Anti-Corruzione greco in relazione all’accusa di relazioni scorrette con professionisti della salute nel periodo 2008-2012. Dal momento che questa indagine è tuttora in corso, non è possibile fornire ulteriori commenti. Novartis assicura in ogni caso che adotta le misure appropriate per contrastare qualsiasi comportamento illecito.

Il Governo scopre le carte. Per la sanità 4 miliardi in più per spese correnti ed edilizia sanitaria. Via superticket, arriva la sugar tax per le bibite e aumentano le accise per le sigarette, comprese le e-cig.
Recordati: conclusa l'acquisizione dei diritti per Signifor® e Osilodrostat (lci699) a livello mondiale

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde