Moderna pronta a Investire in Italia

Moderna, azienda leader nel settore delle biotecnologie, sembra orientata a un nuovo investimento in Italia, aprendo le porte a un’ulteriore collaborazione per l’infialamento dei vaccini prodotti negli Stati Uniti. Dopo la partnership già avviata con Thermo Fisher, Moderna sembra interessata a espandere la sua presenza nel Paese.

Il possibile investimento si concentra sullo stabilimento di Anagni, precedentemente di proprietà di Catalent e presto sotto il controllo della danese Novo Nordisk. I dettagli delle trattative in corso sono al momento riservati, ma Chantal Friebertshäuser, senior vice president di Moderna per l’Europa, ha dichiarato che l’azienda è pronta a valutare ogni opportunità di crescita e sviluppo in Italia.

Negli ultimi anni, l’Italia ha dimostrato un forte interesse nel collaborare con Moderna per la produzione di vaccini a mRNA, e le conversazioni con le istituzioni italiane sono continuate costantemente. Secondo Jacopo Murzi, general manager di Moderna Italia, è fondamentale che i decisori politici e gli stakeholder riconoscano l’importanza di avere queste tecnologie disponibili sul territorio nazionale.

Parallelamente agli sviluppi infrastrutturali, la collaborazione con l’Italia nel campo della ricerca ha portato a risultati significativi. L’Istituto Tumori Pascale di Napoli ha avviato uno studio clinico di fase III sul vaccino anti-cancro di Moderna, dimostrando il potenziale della partnership nel settore della salute.

Infine, Moderna ha annunciato piani ambiziosi per il futuro, con l’intenzione di lanciare 15 prodotti innovativi nei prossimi 5 anni, spaziando dalla lotta contro il cancro alle cure per le malattie rare. Questo impegno testimonia la potenza della piattaforma di ricerca di Moderna e il suo costante investimento nell’innovazione.

Farmaci: weekly update dell'11 maggio
Blackout Comunicativo tra Ospedali e Territorio: 2 Milioni di Ricoveri Impropri

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde