Johnson & Johnson: Accusa Ex Dipendente di Furto di Segreti Commerciali

La rivalità tra le colossali aziende farmaceutiche Johnson & Johnson e Pfizer si intensifica con un nuovo sviluppo giudiziario. Johnson & Johnson ha citato in giudizio un ex dipendente, accusandolo di aver rubato segreti commerciali prima di passare a Pfizer.

Questo dipendente, Andrew Brackbill, avrebbe trasferito oltre mille file sensibili su dischi rigidi esterni prima delle sue dimissioni, mettendo a rischio la sicurezza delle informazioni dell’azienda. Secondo le accuse, Brackbill ha continuato ad avere accesso alle informazioni riservate di Johnson & Johnson mentre era già in servizio presso Pfizer, complicando ulteriormente la situazione.

L’ex dipendente, durante i suoi 24 anni di servizio presso Johnson & Johnson, ha ricoperto ruoli strategici che gli hanno concesso l’accesso a dati sensibili. Il suo nuovo incarico in Pfizer, considerato competitivo direttamente da Johnson & Johnson, ha sollevato preoccupazioni riguardo alla potenziale violazione dei segreti commerciali.

Questo caso non è unico nel settore farmaceutico, con altre aziende che hanno affrontato situazioni simili in passato. L’indagine su Brackbill è stata avviata dopo che un programma di sicurezza aziendale ha rilevato il trasferimento di file di grandi dimensioni.

Leggi l’articolo tradotto in italiano da Google

Leggi l’articolo originale in lingua inglese

EMA: 12 Farmaci Pronti al Debutto sul Mercato Europeo
Deloitte svela come sarà la farmacia del futuro

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde