Immuno oncologia, Sanofi compra la biotech californiana Synthorx, affare da $2,5 mld

Sanofi ha annunciato di aver finalizzato l’acquisizione di Synthorx, una società biotecnologica californiana con farmaci in fase clinica. Synthorx è stata valutata 68 dollari per azione in contanti, per un valore complessivo di circa 2,5 miliardi di dollari. La tecnologia proprietaria della piattaforma Expanded Genetic Alphabet di Synthorx, la prima del suo genere, espande il codice genetico aggiungendo una nuova coppia di basi di DNA ed è progettata per creare nuovi prodotti biologicamente ottimizzati, chiamati ‘synthorins’.

Sanofi ha annunciato di aver finalizzato l’acquisizione di Synthorx, una società biotecnologica californiana con farmaci in fase clinica. Synthorx è stata valutata 68 dollari per azione in contanti, per un valore complessivo di circa 2,5 miliardi di dollari. Il prezzo di acquisto rappresenta un premio del 172% rispetto al prezzo di chiusura di Synthorx del 6 dicembre.

L’operazione è stata approvata all’unanimità dai consigli di amministrazione di Sanofi e Synthorx.

L’offerta pubblica di acquisto dovrebbe iniziare nel dicembre 2019 e l’acquisizione dovrebbe concludersi nel primo trimestre del 2020. A seguito dell’esito positivo dell’offerta pubblica di acquisto, un’unità Sanofi si fonderà con Synthorx. Sanofi prevede di finanziare l’operazione con disponibilità liquide.

Synthorx si concentra sul prolungare e migliorare la vita delle persone affette da cancro e disturbi autoimmuni. John Reed, Global Head of Research & Development di Sanofi, ha dichiarato: “La piattaforma di ricerca eccezionalmente innovativa di Synthorx ha già prodotto una molecola che ha il potenziale per diventare la base della prossima generazione di terapie immuno-oncologiche combinate. Aumentando selettivamente il numero di cellule T effettore e di cellule killer naturali nel corpo, THOR-707 può essere combinato con i nostri attuali farmaci oncologici e la nostra emergente pipeline di agenti immuno-modulatori per la cura del cancro”.

Reed ha anche sottolineato come la pipeline di linfocine ingegnerizzate di Synthorx abbia grandi promesse non solo per l’oncologia, ma anche per affrontare molte malattie autoimmuni e infiammatorie.

Morgan Stanley & Co. è consulente finanziario di Sanofi e Centerview Partners LLC è consulente finanziario esclusivo di Synthorx.

[continua…]

Spesa farmaceutica, industria e sindacati chiedono di rivedere i tetti
Oncologia, MSD fa sua la biotech ArQule per 2,7 miliardi di dollari in cash

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde