Immuno-oncologia, Astellas fa sua la biotech statunitense Xyphos per $665 mln

Astellas Pharma ha acquistato la società statunitense Xyphos Biosciences per espandere le sue attività nel settore dell’immuno-oncologia. L’accordo ha un valore di 665 milioni di dollari di cui 120 milioni di dollari in cash e per il resto saranno pagamenti che scatteranno al superamento di milestones concordate. 

Per la società giapponese si tratta della seconda acquisizione annunciata nel mese di dicembre dopo quella di Audentes Therapeutics Inc per circa 3 miliardi di dollari per espandere la sua spinta verso i farmaci di natura genetica.

L’immuno-oncologia, che cerca di utilizzare i naturali sistemi di difesa dell’organismo per combattere il cancro, è un obiettivo primario per Astellas e, secondo l’accordo, l’azienda giapponese otterrà la piattaforma tecnologica di terapia cellulare di Xyphos e il suo team di ricerca.

“Combinando questa tecnologia con le nostre capacità nella terapia cellulare su cui abbiamo lavorato finora, possiamo creare cellule ad alta funzionalità di prossima generazione e massimizzare il valore della nostra tecnologia”, ha detto il presidente di Astellas Kenji Yasukawa.

Sia Xyphos che Audentes hanno sede a San Francisco. Secondo i dati di Refinitiv, quest’anno le aziende giapponesi hanno finalizzato più di 30 acquisizioni oltreoceano nel settore sanitario per un valore di circa 6 miliardi di dollari. Questo dato è reso ancora più significativo dall’acquisizione di 59 miliardi di dollari della britannica Shire da parte di Takeda, annunciata nel 2018.
L’acquisizione di Audentes da parte di Astellas è stata il suo secondo più grande in assoluto dopo quella di OSI Pharmaceuticals per 3,8 miliardi di dollari, nel 2010.

Le azioni di Astellas hanno guadagnato lo 0,7%, superando un mercato più ampio e sostanzialmente piatto in vista delle vacanze di Capodanno.

[continua…]

2019, un anno di M&A
Da Grillo a Speranza: il 2019 della sanità

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde