Gilead fa causa al governo russo per il brevetto di remdesivir

L’americana Gilead ha citato in giudizio il governo russo in quanto ha concesso ad un’azienda siberiana, Pharmasyntez, il brevetto per la produzione della versione generica di remdesivir. Tale concessione sarebbe arrivata senza il consenso di Gilead che non ha digerito la decisione.

Nel luglio del 2020 Pharmasyntez aveva richiesto a Gilead la licenza senza tuttavia ricevere una risposta, come afferma Vikram Punia, presidente dell’azienda russa. Quest’ultimo ha dunque pensato di rivolgersi al Cremlino per ottenere una, così chiamata, “licenza obbligatoria” aggirando il limite imposto dal mancato consenso di Gilead.

La decisione di Mosca ha colto tuttavia di sorpresa Gilead la quale ha già concesso a 127 Paesi in tutto il mondo il brevetto di remdesivir. Gli avvocati dell’azienda americana hanno dunque citato in giudizio la Federazione Russa.

Farmacia: i dati IQVIA sulla 16ma settimana
Lazio: nuovi aggiornamenti per il vaccino agli ISF presso l'hub di Valmontone

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde