Codacons: esposto contro i vertici Pfizer per insider trading e aggiotaggio

Il Codacons ha presentato un esposto contro i vertici di Pfizer alla procura della Repubblica di Milano a causa delle “possibili fattispecie di insider trading e aggiotaggio”.

Sotto accusa il CEO di Pfizer, Albert Bourla, per aver rivenduto il 62% dei titoli in suo possesso in concomitanza con l’annuncio legato al vaccino Covid. Tale manovra ha consentito a Bourla di incassare 5,6 milioni di dollari grazie ad un rialzo delle azioni dovuto alle dichiarazioni rilasciate circa l’efficacia del medicinale. Tali informazioni erano infatti, prima dell’annuncio, in possesso dei soli vertici aziendali.

Il Codacons chiede dunque in via ufficiale alla Procura di Milano di avviare un’indagine a verifica dei fatti. Si chiede inoltre di includere nel panel di ricercatori Pfizer impegnati nella verifica dell’efficacia del vaccino anche medici esterni e indipendenti.

FARMACI: WEEKLY UPDATE DEL 15 NOVEMBRE 2020
Bozza della legge di Bilancio. In arrivo due manovre a sostegno della sanità

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde