Classifica stipendi dei CEO Big Pharma: chi ha guadagnato di più nel 2023?

Nel panorama delle grandi aziende farmaceutiche, i compensi dei CEO e dei top executive sono un argomento di grande interesse e dibattito. Con l’arrivo della primavera, le società quotate in borsa rendono pubblici i compensi dei loro dirigenti relativi all’anno precedente. Le cifre mostrano un panorama variegato, con alcuni CEO che hanno registrato aumenti significativi mentre altri hanno visto una flessione nei loro emolumenti.

Al momento sono stati resi noti i compensi dei CEO di 16 grandi aziende. Ecco la classifica:

  1. Vertex Pharmaceuticals: Reshma Kewalramani – $20,6M (2022: $15,8M)
  2. MSD: Robert M. Davis – $20,3M (2022: $18,6M)
  3. Biogen: Christopher A. Viehbacher – $4,1M (2022: $30,5M)
  4. Novo Nordisk: Fruergaard Jørgensen – 68,2 milioni di corone danesi (9,9 milioni di dollari)
  5. BioNTech: Ugur Sahin – 2,2 milioni di euro (2022: 1,2 milioni di euro)
  6. Amgen: Robert Bradway – $22,6M (2022: $21,4M)
  7. AbbVie: Richard Gonzalez – $25,7M (2022: $26,2M)
  8. Eli Lilly: David Ricks – $26,5M (2022: $21,3M)
  9. Bristol Myers Squibb: Giovanni Caforio – $19,7M
  10. Pfizer: Albert Bourla – $21,6M (riduzione del 35% rispetto al 2022)
  11. Johnson & Johnson: Joaquin Duato – $28,4M (2022: $13,1M)
  12. Moderna: Stéphane Bancel – poco più di $17M (2022: $19,4M)
  13. GSK: Emma Walmsley – £12,7M (2022: £8,4M)
  14. AstraZeneca: Pascal Soriot – £16,9M (2022: £15,3M)
  15. Novartis: Vas Narasimhan – 13,3 milioni di franchi svizzeri (15,3 milioni di dollari)
  16. Roche: Thomas Schinecker – 9,6 milioni di franchi svizzeri (11 milioni di dollari)
Farmacia dei servizi: le novità del ddl Semplificazioni
Prevenzione Cardiovascolare 3.0: 10 Regole per Affrontare i Nuovi Nemici del Cuore

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde