Bayer potrebbe chiudere il contenzioso sul Roundup con accordo collettivo da $10mld

Bayer avrebbe raggiunto accordi verbali con un’ampia percentuale dei querelanti statunitensi che sostengono che il Roundup abbia causato il cancro in alcune persone che lo hanno utilizzato senza protezioni. E’ quanto sarebbe previsto da  un piano da 10 miliardi di dollari per porre fine a tutte le rivendicazioni legali sul diserbante. Lo riferisce la testata economica Bloomberg. 

Gli accordi non sono ancora stati firmati, ma riguarderebbero circa 50.000-85.000 casi su un totale di circa 125.000 cause legali. Ad aprile, Bayer aveva 52.500 cause da affrontare in tribunale, mentre il numero di 125.000 rappresenta tutti i casi che includono anche quelli tenuti in sospeso e che non sono stati ancora presentati o notificati. L’accordo, che non è stato ufficialmente firmato e approvato da un giudice, stanzierà 8 miliardi di dollari per risolvere i casi in corso, mentre altri 2 miliardi di dollari potrebbero essere accantonati per future cause.

A questo punto l’intesa raggiunta da Bayer per chiudere la vicenda glisofato è affidata alla valutazione del Consiglio di sorveglianza del Gruppo che, per ora, si limita a far sapere “che sono stati fatti progressi nelle trattative sulle mediazioni relative a Roundup”. Per l’annuncio ufficiale da parte della società, potrebbero volerci un paio di settimane.

Gli investitori che finora hanno subito grosse perdite a causa delle difficoltà legali di Bayer potrebbero adesso tirare un sospiro di sollievo. Chiudere la battaglia legale con un esborso di 10 miliardi di dollari sarebbe una vittoria per la Bayer, che dopo l’acquisizione della Monsanto, attraverso la quale ha ereditato il Roundup, ha perso quasi il 40 per cento della sua capitalizzazione.

[continua…]

Oltre 400 mila i ricoveri per interventi chirurgici da riprogrammare post emergenza
Corsa al vaccino Covid-19, arriva in forze anche MSD con due candidati e un potenziale antivirale

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde