Angelini Pharma: proclamato stato di agitazione degli Informatori

Roma, 27/03/2024

COMUNICATO SINDACALE UNITARIO

La RSU Angelini Pharma, congiuntamente alle Segreterie Territoriali di Roma e del Lazio FILCTEM CGIL, FEMCA CISL, UILTEC UIL, comunica che a distanza di un anno si trova costretta a riaprire lo stato di agitazione per la riproposizione aziendale del progetto STEM che contempla l’affiancamento degli ISF.

Ribadendo la propria disponibilità ad ulteriori confronti, la  delegazione sindacale precisa che, pur non opponendosi a tale progetto, ha sempre contestato l’affiancamento all’ISF durante l’informazione scientifica portata al medico. Ad un anno di distanza dall’attuazione del progetto STEM, non sono emersi benefici significativi tali da giustificarne un’ulteriore riproposizione.

Ribadiamo, inoltre, il netto dissenso all’inserimento, anche se in forma indiretta, dell’analisi dei dati vendita in forma scritta nei criteri di valutazione, in quanto palesemente non attribuibili alle mansioni dell’ISF.

Pertanto, questa delegazione sindacale conferma la  disponibilità a perseguire strategie che diano benefici all’Azienda e ai colleghi,  sempre nel quadro delle normative contemplate nel Dgls 219/2006, nelle Linee Guida dei Regolamenti Regionali dell’Informazione Scientifica  (Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, art.5) e nel CCNL Chimico Farmaceutico.

Confidando in una matura evoluzione delle Relazioni Industriali, come da tradizione Angelini, auspichiamo una rapida riapertura del tavolo sindacale.

Segreterie Territoriali di Roma e del Lazio                           

FILCTEM CGIL      FEMCA CISL   UILTEC UIL

  1. Attimonelli P. Galli R. Heyden
  2. Moltoni C. Sergianni

Rsu del Personale Esterno di Angelini Pharma

Ipsen firma accordo da $900 milioni per l'ADC STRO-003
Farmaci: weekly update del 3 aprile

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde