Amgen sigla accordo da $2,7 mld con BeiGene per ampliare la presenza in Cina

La biotech Usa Amgen ha annunciato di aver accettato di acquisire una quota del 20,5% della società farmaceutica cinese BeiGene per circa 2,7 miliardi di dollari in contanti, allo scopo di “accelerare significativamente” i piani per espandere la sua presenza oncologica in Cina.

Il prezzo di acquisto di BeiGene, pari a 174,85 dollari per azione, rappresenta un premio del 26% sul prezzo di chiusura del 30 ottobre, e valuta l’azienda biotecnologica cinese circa 13,5 miliardi di dollari. Amgen nominerà anche una persona che farà parte del consiglio di amministrazione di BeiGene.

«Negli ultimi quattro o cinque anni abbiamo lavorato per espandere la nostra presenza geografica»”, ha commentato Murdo Gordon, responsabile delle operazioni commerciali globali di Amgen, aggiungendo «abbiamo  in gran parte completato questo lavoro, e questo è davvero il pezzo mancante del puzzle». Ha poi aggiunto che «l’obiettivo ora è garantire che le nuove terapie che rispondono a un bisogno medico non soddisfatto siano approvate rapidamente in Cina come in Occidente o in altre parti dell’Asia».

Si stima che il numero di pazienti oncologici cinesi sia pari a quelli di Usa ed Europa sommati insieme. «La Cina è un paese chiave per Amgen, e per qualsiasi azienda biotecnologica, visto che è il secondo mercato farmaceutico più grande del mondo. Abbiamo già stabilito una presenza iniziale in Cina, quindi questa nuova partnership contribuisce ad accelerare il nostro sviluppo», ha dichiarato David Meline, Chief Financial Officer di Amgen.

[continua…]

Neopharmed Gentili annuncia l’acquisizione di Mdm
Il boom della farmaceutica: negli ultimi 10 anni la spesa per i medicinali Ssn è cresciuta più del doppio di quella totale. E i ticket sono aumentati di quasi il 150%

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde