Amazon e Retail Farmaceutico: Cosa Sappiamo e Cosa Rimane da Capire

L’entrata di Amazon nel settore farmaceutico sta suscitando grande interesse, con l’acquisizione dell’ex parafarmacia Pulker a Milano. Questo movimento ha generato numerosi articoli di discussione sulla stampa nazionale e internazionale, evidenziando sia l’entusiasmo che i dubbi riguardo alle implicazioni di questa mossa.

  1. Intenzione di Amazon nel Retail Farmaceutico: Amazon sembra essere interessata al retail fisico del farmaco Otc, con la parafarmacia che prevede di riaprire nella seconda metà dell’anno, offrendo farmaci senza ricetta insieme ad altri prodotti.
  2. Vendita Online di Farmaci Otc: Attualmente, Amazon non può vendere farmaci online senza autorizzazione, ma può offrire prodotti della parafarmacia come dermocosmetici e integratori. Tuttavia, l’opzione di vendere farmaci online potrebbe essere considerata in futuro.
  3. Espansione in altri Paesi dell’UE: Se Amazon otterrà l’autorizzazione a vendere farmaci online in Italia, potrebbe estendere questa attività ad altri Paesi dell’UE, conformandosi alle normative locali. Questo fenomeno è già stato visto con altre farmacie online europee che operano oltre i confini nazionali.

In sintesi, sebbene siano ancora presenti molte incertezze, l’ingresso di Amazon nel settore farmaceutico sta attirando l’attenzione sia a livello nazionale che internazionale, sollevando domande su come potrebbe evolversi il panorama del retail farmaceutico.

Bimekizumab: quarta approvazione europea per idrosadenite suppurativa
Novo Nordisk Italia apre il Clinical Development Center

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde