Allergan di AbbVie: 2 miliardi di dollari per risolvere la questione oppiacei

L’unità Allergan di AbbVie ha accettato di versare un maxi risarcimento di oltre 2 miliardi di dollari per risolvere le migliaia di cause legali riguardanti la commercializzazione del suo antidolorifico oppioide. Attraverso il risarcimento, sarebbero state chiuse oltre 3mila cause legali da parte dei governi statali e locali.

In questi giorni, anche Teva ha annunciato che pagherà fino a 4,25 miliardi di dollari in un accordo nazionale per porre fine al contenzioso sul suo presunto ruolo nella crisi degli oppioidi.

Nel 2016, Teva ha pagato circa 40 miliardi di dollari per l’unità di generici di Allergan, che includeva i suoi oppioidi generici. Allergan ha quindi affermato che quell’accordo ha spostato le passività di oppioidi su Teva.

L’accordo da 2 miliardi di dollari di oggi fa parte di un contenzioso consolidato davanti a un giudice federale a Cleveland. Il giudice di Cleveland ha prodotto altri accordi per oppioidi tra cui un accordo da 26 miliardi di dollari con Johnson & Johnson.

Confimi sanità: con MDR a rischio 4.500 imprese di dispositivi medici
Un sensore sottopelle per controllare gli effetti dei farmaci

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde