Al via in Italia WelCARe, piattaforma di telemedicina per la terapia CAR-T

Aiutare i clinici nella gestione della terapia CAR-T per consentire ai pazienti italiani DI accedere A questa innovazione terapeutica nell’ambito dell’immuno-oncologia: questo è l’obiettivo della piattaforma digitale creata da Novartis e Soluzioni Salute Informatica.

Si tratta di una piattaforma che consente ai medici di scambiarsi informazioni sui pazienti potenzialmente candidabili alla terapia, di seguirne lo screening e, dopo l’infusione della terapia, il follow up.

WelCARe viene definito come un vero e proprio ambulatorio virtuale che poggia sulla piattaforma digitale sviluppata da Novartis, pioniera nello sviluppo delle terapie CAR-T, insieme alla start up milanese Soluzioni Salute Informatica.

Per i pazienti affetti sia da linfoma a grandi cellule B sia da leucemia linfoblastica acuta, in entrambi i casi resistenti ad altri trattamenti, la terapia CAR-T è una possibilità concreta di cura: circa il 40% dei pazienti affetti da linfoma ha delle risposte durature nel tempo, mentre per la leucemia linfoblastica acuta del bambino e del giovane adulto le risposte durature sono nell’ordine del 60-65%.

Per Armando Santoro, Direttore del Cancer Center di Humanitas Clinical and Research Center, IRCCS e Professore di Oncologia Humanitas University Rozzano, Milano, come riporta una nota di Novartis, “CAR-T è un modello di terapia innovativo che, almeno in alcune malattie ematologiche, sta dando risultati rivoluzionariD’altro canto si tratta di una terapia complessa che per essere somministrata ha bisogno di un’equipe multidisciplinare. L’ematologo da solo non basta, c’è bisogno di chi si occupa della raccolta delle cellule, di neurologi, rianimatori e infettivologi per la gestione degli eventuali eventi collaterali. CAR-T è una terapia diversa da quelle finora a disposizione e deve essere quindi affrontata in modo nuovo per evitare ai nostri pazienti qualunque tipo di rischio e dare loro la possibilità di accedere al miglior trattamento possibile”.

[continua…]

Coronavirus: metà operatori sanitari con stress post trauma
Sanofi Italia, smart working tutta la settimana

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde