Vaccino AstraZeneca: disomogeneità tra le strategie dei paesi europei

In seguito alle segnalazioni legate ad eventi trombolitici successivi alla somministrazione del vaccino anti Covid Vaxzevria, l’Ecdc ha svolto un’analisi in rapporto alle diverse indicazioni adottate dai paesi UE/SEE.

In base a quanto emerso, sono 15 i paesi che hanno deciso di introdurre limiti di età consigliati per la somministrazione del vaccino di AstraZeneca, tra i quali anche l’Italia. Ulteriori 12 paesi invece hanno posto alcune limitazioni ma si attengono alle indicazioni condivise dall’Ema.

Per quanto riguarda la somministrazione della seconda dose, in 19 paesi, inclusa l’Italia, si raccomanda la l’impiego del medesimo vaccino. In 5 stati si consiglia invece un vaccino mRna mentre in due paesi è stato escluso dalla campagna.

Ecco i risultati dello studio dell’Ecdc.

AIFA pubblica il decalogo sul rapporto trombosi e vaccini
Giornata Mondiale Salute Digestiva: diretta Facebook con massimi esperti del settore

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde