Vaccino anti-covid di Moderna: idoneo a registrazione Ema

La European medicines agency (Ema) ha accolto la richiesta dell’americana Moderna per l’autorizzazione alla messa in commercio di mRNA-1273 all’interno dell’Unione Europea. La conferma, secondo una nota di Moderna, è arrivata in forma scritta e concede il via libera all’avvio della procedura per la commercializzazione del vaccino. Lo studio di Fase III ha coinvolto circa 28.618 partecipanti dei quali 22194 hanno ricevuto la seconda vaccinazione.

L’azienda sta collaborando con i partner strategici presenti sul territorio europeo in Svizzera e Spagna per le fasi di produzione ed infialamento.

“Siamo impegnati a sviluppare un vaccino sicuro ed efficace seguendo le indicazioni delle agenzie di regolamentazione e proseguiremo il nostro dialogo continuo con l’Ema. Moderna sta aumentando la sua capacità produttiva globale per essere in grado di erogare circa 500 milioni di dosi all’anno e possibilmente, a partire dal 2021, fino a 1 miliardo di dosi all’anno” ha dichiarato Stéphane Bancel, amministratore delegato di Moderna.

Sospeso lo studio Eli Lilly su anticorpo anti-covid per ragioni di sicurezza
Fofi: “Gli omeopatici non possono essere dispensati come medicinali terapeutici”

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde