Tumori: Car-T si richiede l’autorizzazione dell’AIFA

Ail chiede l’autorizzazione dell’AIFA, per poter dare una speranza a coloro che hanno provato tante terapie, rendendo disponibile le Car-T anche per i cittadini italiani.

Felice Bombaci, responsabile nazionale Gruppi Ail Pazienti – Associazione Italiana contro le leucemie i linfomi e il mieloma onlus, a margine del ‘Post San Diego 2018’ a Bologna, tiene a ricordare che “Ogni mese infatti circa 30 persone muoiono nel nostro Paese, senza poter utilizzare le Car-T, disponibili in Europa già dal giugno del 2018

18 nuovi farmaci in commercio
Presunto caso di malasanità: richiesti un milione di euro

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde