Trasparenza sui prezzi dei farmaci approvata dall’OMS

Quanto proposto dall’Italia in merito alla trasparenza sul prezzo dei farmaci, vaccini ed altri prodotti sanitari è stata approvata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) con il consenso di altri stati membri, quali, Andorra, Brasile, Egitto, Eswatini, Grecia, India, Kenya, Lussemburgo, Malesia, Malta, Portogallo, Federazione Russa, Serbia, Slovenia, Sud Africa, Spagna, Sri Lanka, Uganda e co-sponsorizzata anche da Uruguay, Indonesia, Botswana e Algeria.

Il ministro Grillo dichiara: “Oggi è una data storica: il mondo intero ha creduto alla nostra proposta di risoluzione che rappresenta una sfida per una maggiore equità nell’acceso alle cure e ora gli Stati si impegnano ad adottare i principi che abbiamo portato avanti perché non vi siano più barriere al diritto alla salute. Fino ad oggi mettere in discussione i criteri dei prezzi dei medicinali è stato un tabù, ma adesso qualcosa è cambiato. La decisione dell’Oms apre una nuova rotta nei negoziati sui prezzi dei farmaci, ponendo un principio di trasparenza da cui non si torna indietro. Negoziare sulla base di informazioni più complete porterà a migliorare il dialogo con l’industria, ad avere un mercato più competitivo e innovativo e quindi a comprare più salute a parità di risorse”

Scarica documenti PDF

USA: il caso sull'epidemia di oppiacei vede alla sbarra la Johnson & Johnson
Epatite e curcuma: mancano ancora evidenze per delineare un nesso diretto

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde