Scoperto in Spagna 20A.EU1, variante di Covid-19

Un team di scienziati internazionali ha lavorato ad uno studio pubblicato dalla rivista “medRxiv”, secondo il quale si sarebbe sviluppata una variante del virus Sars-Cov-2. Prende il nome di 20A.EU1 ed avrebbe avuto origine nell’estate del 2020 in Spagna, tra i lavoratori agricoli, per poi diffondersi su tutto il Vecchio Continente. Al momento in Europa rappresenta, secondo i ricercatori, circa il 40% dei casi toccando l’80% nel Regno Unito. Come riportato anche dal “Financial Times”,  turisti e viaggiatori avrebbero rivestito un ruolo importante nella diffusione del virus, portandolo dalla Spagna al resto d’Europa.

Non vi sono ad ogni modo prove a sostegno di una maggiore pericolosità della variante 20A.EU1. A destare preoccupazione sono invece le politiche adottate dai paesi in materia di spostamenti, ponendo nuovi interrogativi legati alla fase di prevenzione.

AIFA aderisce a Network europeo di Nature per emergenze epidemiche
GIMBE: situazione Covid fuori controllo, serve lockdown nazionale

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde