Sanità, gli italiani hanno fiducia delle nuove tecnologie

Gli italiani dimostrano un alto livello di fiducia verso le nuove tecnologie nel settore sanitario. Lo testimonia la ricerca Digital Frontiers presentata da VMware.

L’85% dei consumatori italiani intervistati è molto favorevole  alle nuove tecnologie per monitorare i propri genitori anziani. In particolare se questo permette loro di vivere più a lungo nella propria casa.

Inoltre, il 73% degli italiani (contro il 43% della media europea) è a proprio agio con l’idea che il medico abbia accesso a dati approfonditi sulla propria vita quotidiana.

Meno numerosi, ma pur sempre la maggioranza (58%), coloro che affiderebbero alla tecnologia il totale controllo sulla propria dieta. Questo anche automatizzando la propria lista della spesa, perché convinti che ciò possa agevolare scelte alimentari più salutari.

Nonostante questo entusiasmo diffuso verso l’adozione di un futuro più tecnologico e innovativo, i consumatori italiani ritengono di non conoscere a sufficienza le nuove tecnologie. Il 30%, per esempio, è convinto erroneamente che l’Intelligenza Artificiale “sia un robot”.

Le persone ritengono che spetti alle aziende e al Governo diffondere una maggiore educazione sulle tecnologie emergenti, su come vengono utilizzate e sull’impatto che avranno sulla loro vita. Il 60% degli intervistati sostiene che sia compito delle aziende di aiutarli a comprendere il funzionamento e l’utilità delle tecnologie. Tuttavia, il 65% non ritiene che le aziende o il Governo siano abbastanza chiari, al momento, sulle tecnologie che utilizzano e con quali finalità.

[continua…]

Toscana Life Science e Area Science Park uniscono le forze per la ricerca di eccellenza
La firma del Patto Salute slitta al 31 dicembre 2019. E poi proroga al 2020 per invio dei dati della Tessera sanitaria per la dichiarazione precompilata.

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde