Riforma della Legislazione Farmaceutica: Priorità per l’UE nei Primi 100 Giorni di Mandato

Le aziende dei farmaci generici, riunite a Dublino per la conferenza annuale di Medicines for Europe, sollecitano la nuova leadership dell’Unione Europea a dare priorità alla legge sui farmaci critici nei primi 100 giorni di mandato.

Elisabeth Stampa, presidente dell’associazione europea delle industrie dei farmaci generici, biosimilari e delle Value Added Medicines (VAM), ha ribadito l’impegno politico verso l’accesso ai farmaci, l’innovazione a prezzi accessibili e la sicurezza nella produzione di farmaci e principi attivi (API) in Europa.

Importanza della Legge sui Farmaci Critici

Medicines for Europe, che rappresenta aziende con 190mila addetti in oltre 400 siti produttivi e 126 siti di ricerca in Europa, fornisce il 70% dei farmaci essenziali nel continente. Questi includono trattamenti per il cancro, malattie autoimmuni, diabete e malattie cardiovascolari. I farmaci equivalenti coprono oltre il 90% dei farmaci critici considerati essenziali dall’UE in caso di carenze.

Riforma della Legislazione Farmaceutica Europea

La revisione della legislazione farmaceutica europea è volta a risolvere la carenza di farmaci, semplificare l’accesso ai farmaci equivalenti e biosimilari post-scadenza brevetto e incentivare l’innovazione accessibile tramite VAM e repurposing di molecole consolidate.

La nuova legge dovrebbe promuovere investimenti nella produzione di farmaci essenziali e API, e implementare criteri che privilegino la sicurezza dell’approvvigionamento nelle gare di acquisto pubbliche e nelle politiche di prezzo e rimborso.

FDA Pronta ad Approvare Donanemab di Eli Lilly per l'Alzheimer: Nuove Prospettive di Mercato
Ipsen Estende Partnership con Marengo: Accordo da 1,2 Miliardi di Dollari

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde