Rapporto Oasi 2019, reggono i conti del Ssn

La spesa nel 2018 è stata di 119 miliardi di euro e il Servizio sanitario nazionale regge. Cresce, seppur di poco, l’occupazione tra i medici. I dati del consueto rapporto del Cergas Sda Bocconi di Milano

Reggono i conti del Ssn nel 2018, almeno stando ai numeri presentati il 29 novembre nel Rapporto Oasi 2019 del Cergas Sda Bocconi di Milano. Nell’aula magna dell’Università meneghina gli studiosi che hanno curato l’analisi sullo stato di salute del Servizio sanitario nazionale confermano la stabilità, tuttavia rimangono ancora forti incertezze e difficoltà sul fronte dei finanziamenti.

I numeri

La spesa nel 2018 è stata di 119 miliardi di euro e solo 149 milioni di disavanzo. La copertura sulla spesa sanitaria allo stato attuale è superiore al 70%, ma stando agli esperti, è destinata a diminuire. La spesa pro-capite è di 1900 euro ossia l’80% di quella inglese, il 66% di quella francese e il 55% di quella tedesca. I bisogni crescono sempre di più considerando che la natalità è molto ridotta e sta aumentando l’aspettativa di vita (83 anni). Il rischio, infatti, è proprio questo. Gli esperti segnalano che a lungo andare il Ssn non riuscirà più a sostenere tutte le necessità di una popolazione che invecchia sempre di più e che, di conseguenza, richiede assistenza sanitaria specifica soprattutto in virtù della cronicizzazione continua di molte patologie.

[continua….]

L’ospedale del futuro è sempre più hi-tech
L'uso eccessivo di antibiotici può aumentare il rischio di Parkinson

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde