Prodotti maturi: un corso per imparare a gestirli

Le “new entry” nel business farmaceutico stimolano il morale aziendale ma quelli maturi molto meno. Hps AboutPharma ne parla a Roma il prossimo 3 dicembre insieme agli esperti

Una buona strategia su un prodotto maturo si traduce nel rinforzare il concetto di persona e paziente al centro. Tutto ciò potenzia e migliora i risultati economici dell’impresa particolarmente nei momenti di cambiamento. Le recenti concentrazioni e alleanze aziendali dei business dei prodotti equivalenti, permettono di comprendere come lo sforzo economico per raggiungere economie di scala incida primariamente nel settore dei mature brand. Tutto ciò svilupperà ancor di più il potere contrattuale delle farmacie che di fatto sono ormai un canale specializzato nei mature brand. Le aziende branded dovranno lavorare per mantenere alto il livello di brand awareness. Occorre quindi tenere d’occhio sia prodotti equivalenti ma anche il parallel import che rappresentano le due aree di competizione. Anche se più difficile da sostenere, i branded nel mercato ospedaliero potrebbero riscoprire qualche nicchia di interesse da parte della classe medica. Anche la farmacia retail con la DPC sostiene un fenomeno simile a quello ospedaliero. Questi temi sono al centro del Corso di formazione “La valorizzazione del prodotti maturi: come ripensare strategie e modelli di Marketing, Sales e Retail” organizzato da Hps AboutPharma a Roma il prossimo 3 dicembre 2019, presso la sede di via Nairobi 40.

Un tema dibattuto

È molto frequente percepire in modo chiaro negli ambienti marketing del settore farmaceutico ed healtcare il “bisogno” di prodotti nuovi. Il marchio aziendale si valuta sulla base dei prodotti in pipeline futura e sulla effervescenza dei nuovi lanci. Un parametro che si basi anche sulla visione di mantenimento del proprio core business, tuttavia avrebbe la sua ragione di essere.

I prodotti maturi fanno parte della storia aziendale. Se è vero ciò, la tradizione permette di tenere in vita il marchio aziendale. I mature brand sono un ponte verso le nuove terapie e verso i nuovi prodotti. “L’azienda X è quella del prodotto Y”. Questa è una delle espressioni ricorrenti che si sentono sia da parte della classe dei medici, dei farmacisti, e sempre più spesso anche da parte del pubblico. Più difficile è fare leva su questo know-how aziendale, quando il settore che si affronta è nuovo per l’azienda. In questo caso l’immagine consolidata dal prodotto maturo  andrà “smussata” per le nuove esigenze. È dato per certo che sul fatturato dei prodotti maturi ci si può contare. “Va da solo” è la tipica espressione, nell’immaginario; “non ha necessità di interventi”.

[continua…]

Caso Avastin-Lucentis, indagati dirigenti Aifa per danno erariale da 200 milioni di euro
Accordo tra ItelPharma e Lmi per produrre e commercializzare un agente diagnostico

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde