on line le linee guida delle parafarmacie: brand di qualità professionale

F.N.P.I. – M.N.L.F, – C.U.L.P.I.

COMUNICATO STAMPA

 

Sono on-line le Linee Guida decise il 28 aprile scorso agli Stati Generali delle Parafarmacie Italiane e del Farmacista Libero.

Nel sito del Movimento Nazionale Liberi Farmacisti e in quello della Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane ( www.mnlf.it  e www.federazioneparafarmacie.it ) potranno essere utilizzate le indicazioni terapeutiche contenute che riguardano melanoma, prevenzione cardiovascolare, gestione della sindrome influenzale, fariongotonsillite, otite media in età pediatrica, tosse e bronchite acuta.

Le Linee Guida sono state redatte da importanti società scientifiche come l’Inglese Nice (National Institute for Health and Care Excellence), l’Istituto Superiore di Sanità, L’Associazione Italiana di Oncologia Medica, la Task Force congiunta Società Europea Cardiologia, la Società Italiana di Pediatria e l’Agenzia Sanitaria  regionale dell’Emilia Romagna.

L’intento è quello di fornire strumenti per guidare il professionista nel consiglio al paziente e far sì che vi sia un comune filo conduttore nell’intera filiera sanitaria; dal medico al farmacista, indipendentemente da dove loro svolgono il proprio lavoro.

Chiaramente per quanto riguarda il farmacista l’applicazione delle linee guida è limitato alla parte di propria competenza, ma conoscere l’intero progetto scientifico è utile per avere una visione completa del processo.

Per i farmacisti italiani è una novità assoluta e i contenuti saranno disponibili a tutti i colleghi che vorranno utilizzarli.

Le parafarmacie che aderiranno alle Linee Guida, previa sottoscrizione, avranno la possibilità di utilizzare il logo ufficiale per far conoscere ai propri utenti la qualità del proprio consiglio.

Vincenzo Devito, presidente MNLF e Davide Gullotta, presidente Fnpi sono certi: “Le Linee guida adottate dalle parafarmacie italiane diventeranno un “brand” di qualità, i cittadini sapranno non solo che in quell’esercizio opera un farmacista laureato ed abilitato, ma che quel professionista segue le migliori informazioni scientifiche quando dispensa consigli”

“Il nostro intento”, concludono i presidenti, “è far sì che le parafarmacie italiane siano realmente una risorsa per la Sanità italiana e per i cittadini, una risorsa di qualità”.

 

Ufficio stampa/ 8 maggio 2019

 

Scarica documenti PDF

Approvazione per Dupilumab per il trattamento dell’asma grave
L'Italia supera la Germania ed è la prima in Europa nel settore farmaceutico

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde