Oms: “Covid sta accelerando. Non ancora raggiunto il picco”.

Allarme farmaci Aids: “Epidemia mette a rischio scorte antiretrovirali”

Lo ha detto ieri in conferenza stampa il Dg Oms che ha ricordato come solo nell’ultimo fine settimana ci siano stati 400 mila casi. All’inizio dell’epidemia ci vollero12 settimane per raggiungere lo stesso numero di contagi. Allarme per farmaci anti HIV: per colpa del Covid scarseggiano in almeno 73 Paesi nel mondo.

“L’epidemia sta accelerando e non abbiamo raggiunto il picco”, a dirlo ieri in conferenza stampa il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus.

“Ci sono volute 12 settimane perché il mondo raggiungesse 400 mila casi di COVID-19. Ma ora, solo nell’ultimo fine settimana, ci sono stati più di 400 mila casi in tutto il mondo”, ha sottolineato Tedros.

Il Dg Oms, ricordando i 20 anni dalla conferenza mondiale di Durban sull’Aids che fu conclusa da Nelson Mandela, ha poi lanciato un allarme sull’impatto di COVID-19 nella lotta all’Aids, riportando i dati di una recente indagine che ha evidenziato come, a causa dell’epidemia, si sia ridotto notevolmente l’accesso ai trattamenti Hiv in almeno 73 paesi che hanno denunciato un pericoloso calo delle loro scorte di antiretrovirali.

Questo quando negli ultimi due anni, il numero di nuove infezioni da HIV si è stabilizzato a 1,7 milioni all’anno con una modesta riduzione dei decessi per AIDS.

“I progressi sono in stallo – ha detto Tedros – perché i servizi di prevenzione e test dell’HIV non raggiungono i gruppi che ne hanno maggiormente bisogno. E la mancanza di farmaci anti-HIV ottimali con adeguate formulazioni pediatriche è da tempo un ostacolo al miglioramento dei risultati sanitari per i bambini che vivono con l’HIV”.

[continua…]

Presentato in AIFA il primo Rapporto sulle politiche di assistenza farmaceutica attuate dalle Regioni in Piano di Rientro
Farmindustria, riconferma alla presidenza per Massimo Scaccabarozzi

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde