Nuova Car-t rimborsabile in Italia

Il prodotto di Gilead è la seconda terapia genica a essere disponibile nel nostro Paese dopo quella di Novartis che ha ricevuto l’ok dell’Aifa ad agosto 2019

uova Car-t rimborsabile dall’Ssn in Italia. Lo annuncia Gilead facendo riferimento all’ok dell’Aifa per Axicabtagene ciloleucel come trattamento di pazienti adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B e con linfoma primitivo del mediastino a grandi cellule B entrambi recidivanti o refrattari – dopo due o più linee di terapia sistemica. Ema l’aveva già approvata ad agosto 2018. Il prezzo ex factory è di 327 mila euro.

Immunoterapia

La terapia sfrutta un recettore antigenico chimerico delle cellule T che sfrutta il sistema immunitario del paziente per combattere alcuni tipi di tumori ematologici. Stando ai dati presentati, il farmaco ha dimostrato di poter indurre una risposta completa in una percentuale di pazienti con Dlbcl e Pmbcl recidivato o refrattario, due forme aggressive di linfoma non Hodgkin.

Seconda Car-t disponibile in Italia

Con una nuova Car-t rimborsabile il 2019 sembra essere l’anno della svolta. Ad agosto è stata approvata la prima terapia di questo tipo (tisagenlecleucel) per pazienti adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B (Dlbcl) resistenti alle altre terapie o nei quali la malattia sia ricomparsa dopo una risposta ai trattamenti standard e per pazienti fino a 25 anni di età con leucemia linfoblastica acuta (Lla) a cellule B.

[continua…]

Batteri resistenti, in Italia 10 mila decessi ogni anno
Z-life, la nuova casa di Zambon è l’ufficio 4.0

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde