Mutazione Covid: per BioNtech, se necessario, pronto nuovo siero in 6 settimane

La variante inglese del virus Covid preoccupa il mondo ma le big pharma dimostrano un cauto ottimismo. Il ceo BioNtech, Ugur Sahin, ha convocato una conferenza stampa per confermare che il vaccino dovrebbe funzionare anche contro questa variante ma saranno necessarie almeno due settimane per avere dei dati più definiti. Pfizer e BioNtech stanno infatti effettuando dei nuovi test ma arriva la rassicurazione di BioNtech: il vantaggio della tecnologia Rna è quello di poter progettare un vaccino che imiti la nuova mutazione.

Le due aziende sono inoltre pronte a potenziare la produzione aprendo nuovi plant in Germania. Per il 2020 saranno in grado di fornire 50 milioni di dosi del loro vaccino e si prevede possano arrivare fino a 1,3 miliardi per il 2021.

Anche Moderna si mostra ottimista nei confronti della copertura offerta dal vaccino e saranno condotti test di verifica nelle prossime settimane.

In arrivo a gennaio una moneta dedicata alle Professioni sanitarie
Comirnaty: sul sito AIFA le informazioni utili e le risposte alle domande sul vaccino

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde