Maxi sequestro di antibiotici indiani venduti come made in Italy. Denunciata azienda leccese

I funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli hanno eseguito un maxi sequestro di antibiotici nel porto di Taranto. Dopo aver effettuato i consueti controlli su alcuni container provenienti dall’India, è emerso che un’azienda italiana con sede nel leccese importava antibiotici a proprio marchio per poi rivenderli come made in Italy ad una farmaceutica libica. I farmaci sequestrati ammonterebbero a 13.761.000 compresse e 126.800 flaconi per un valore totale di 500.000 euro.

Il sequestro è quindi scattato per falsa indicazione d’origine e di Made in Italy e ha comportato la denuncia dei titolari dell’azienda.

Sanofi acquisisce la biotech Kiadis per 308 milioni di euro
Usa stanziano 1,8 milioni per piattaforma di telemedicina italiana

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde