Maiellaro di Ugl Basilicata Chimici: provvedimenti ingiustificati per gli Isf

Il Segretario Regionale dell’Ugl Basilicata Chimici, Salvatore Maiellaro, chiede che gli informatori scientifici vengano considerati consulenti medici come stabilito dal D.lgs 219/06. All’interno della Basilicata gli studi e le strutture ospedaliere risultano di fatto blindati, impedendo a circa 500 Informatori presenti sul territorio la possibilità di svolgere il proprio lavoro.

Maiellaro specifica che si tratta di provvedimenti ingiustificati in quanto la collaborazione medico / informatore poteva risultare un binomio vincente nella lotta contro il virus. Il Segretario Regionale Ugl chiede al presidente della Giunta Bardi maggiore impegno nell’individuazione di risorse ed iniziative in grado di scongiurare possibili gravi ripercussioni anche dal punto di vista occupazionale, assicurando agli Isf maggiore continuità lavorativa.

Anche Nino Cartabellotta nella prima classifica italiana di LinkedIn Top Voices
No a proprietà intellettuale per medicinali anti-Covid. La richiesta di India e Sudafrica appoggiata da MSF

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde