L’indagine di Corvelva sui medici che hanno ricevuto fondi dalle case farmaceutiche

Tutto ha avuto origine dai vari scandali legati alla corruzione in campo sanitario, nel nostro Paese e nel mondo. “Sapendo di avere a disposizione i dati Efpia, si è deciso di spulciare e andare a verificare quanti fossero gli emolumenti dichiarati, quali le cifre, a chi destinate e per cosa”. Così Nassim Langrudi, portavoce di Corvelva, associazione che guida in Veneto la battaglia per il diritto di scelta terapeutica, spiega come è nata l’idea di avviare un’indagine sui medici che hanno ricevuto fondi dalle case farmaceutiche.

L’associazione ha pubblicato, in data 10 maggio 2019, le liste dei medici della provincia di Rovigo, Venezia, Treviso, Belluno, Vicenza, Padova e Verona.

 

Scarica documenti PDF

Maxi sequestro al porto di genova, farmaci e profumi contraffatti
Sinemet®: disponibilità e provvedimenti AIFA

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde