Le industrie farmaceutiche dovrebbero fare comunicazione pubblica?

Negli ultimi mesi è stata messa in dubbio la capacità dell’industria farmaceutica e dei dispositivi medici di promuoversi attraverso attività di comunicazione efficaci. Secondo istituzioni e pubblico, le aziende non sempre si sono dimostrate all’altezza delle aspettative.

Le imprese pharma non sono delle entità che operano in maniera separata rispetto alla comunicazione pubblica. Sono inserite all’interno di un sistema complesso all’interno del quale agiscono istituzioni, politica, società civile e anche le imprese stesse. In un momento storico delicato come quello attuale, possono contribuire alla diffusione di messaggi autorevoli orientati alla collettività supportando le istituzioni.

A spiegarlo è Stefano Rolando, direttore dell’Osservatorio sulla comunicazione pubblica, il public branding e la trasformazione digitale dell’Università Iulm di Milano che specifica: “Le aziende non fanno solo comunicazione di impresa” e aggiunge “è naturale che l’impresa partecipi al dibattito pubblico e dica la sua confidando di avere una buona reputazione per avere successo con le proprie proposte”.

Asma: review italiana su inibitori di fosfodiesterasi
Super accordo da 1,3 miliardi tra Novartis e Artios Pharma

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde