L’azienda ospedaliera di Terni si dota di un innovativo acceleratore lineare compatto

2,5 milioni di euro è l’investimento fatto dall’azienda ospedaliera di Terni con un cofinanziamento regionale per poter dotare il reparto di Radioterapia oncologica di un innovativo acceleratore lineare compatto.

La struttura, nel 2018, ha assistito oltre 1.200 pazienti, dato in costante aumento. L’assessore alla Salute, Luca Barberini, ha affermato che la nuova apparecchiatura consentirà di aumentare l’efficacia clinica dei trattamenti radioterapici, con un grado minore di tossicità e la massima tutela dei tessuti sani.

Due opinioni discordanti sulla gestione dei farmaci orfani nella legge di bilancio 2019
"Aimovig", farmaco di Novartis ritirato dal mercato

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde