Lancet: in Italia la speranza di vita è tra le più alte del mondo. Merito del Ssn e del nostro stile di vita

L’aspettativa di vita in Italia è alta e in aumento dal 1990, ed è tra le più alte al mondo. Uno studio pubblicato su The Lancet analizza l’evoluzione della situazione sanitaria del Paese dal 1990 al 2017. Il merito? Per i ricercatori del Servizio Sanitario Nazionale (che esiste dal 1978) e di uno stile di vita sano che permettono una condizione di salute generalmente buona della popolazione, anche rispetto ad altri Paesi europei

L’Italia è un Paese in salute. La speranza di vita della popolazione è tra le più alte del mondo e i principali indicatori sanitari risultano tra i migliori in Europa. L’invecchiamento della popolazione e un basso tasso di fecondità però impongono nuove sfide, tra cui un aumento delle persone affette da Alzheimer e demenza. È quanto emerge da uno studio pubblicato su The Lancet, che si basa sull’analisi delle stime derivate dal Global Burden of Diseases, Injuries, and Risk Factors Study(GBD).

La ricerca ha preso in considerazione i dati dal 1990 al 2017 su prevalenza, cause di morte, anni di vita persi, anni vissuti con disabilità, attesa di vita corretta per disabilità, aspettativa di vita alla nascita e a 65 anni, aspettativa di vita sana e Healthcare Access and Quality index(indice HAQ). Gli autori hanno anche confrontato le stime per l’Italia con quelle di altri 15 paesi dell’Europa occidentale.

Dallo studio è emerso che il Servizio Sanitario Nazionale (che esiste dal 1978) e uno stile di vita sano, permettono una condizione di salute generalmente buona della popolazione, anche rispetto ad altri Paesi europei.

Nel 2017, l’aspettativa di vita alla nascita ha raggiunto 85,3 anni per le femmine e 80,8 per i maschi, classificando l’Italia ottava a livello mondiale per le femmine e sesta per i maschi.
Tra il 1990 e il 2017 i tassi di mortalità a causa di malattie cardiovascolari sono diminuiti del 53,7%, per le neoplasie del 28,2 % e del 62,1% per gli infortuni durante il trasporto. Inoltre, “la riduzione della mortalità infantile e sotto i 5 anni molto bassa” è un ulteriore indicatore “dell’efficienza del sistema sanitario”, hanno commentato gli autori dello studio.

[continua…]

Caro farmaci. In Italia prezzi più alti del 90% rispetto alla media. Sopra di noi solo Usa, Germania ed Emirati Arabi. E la colpa è soprattutto del prezzo troppo alto dei generici
Caro Farmaci. Scaccabarozzi (Farmindustria): “Non è vero che prezzo farmaci in Italia è più alto della media e vi spiego il perché”

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde