La polemica sul vaccino in farmacia.

“Nessun conflitto di interessi né invasioni di campo. Dai farmacisti italiani una proposta per garantire la massima copertura possibile in un ambiente sicuro e protetto”. Intervista a Andrea Mandelli

Due le questioni sul tavolo: la fornitura dei vaccini antinfluenzali in quantità adeguate al fabbisogno delle farmacie e la possibilità di effettuare la vaccinazione anche nelle farmacie per ampliare l’offerta vaccinale in vista di una forte partecipazione alla campagna stagionale sollecitata dalla pandemia Covid in atto. Su ambedue le questioni bisogna far presto perché la campagna vaccinale è prossima ad avviarsi. Ecco le proposte del presidente della Fofi per superare l’impasse

Da diverse settimane la Fofi è impegnata su diversi fronti per favorire la vaccinazione antinfluenzale in questa particolare stagione che vede la concomitanza della pandemia Covid ancora attiva nel Mondo e anche in Italia. Due le questioni sollevate con forza dalla Federazione degli Ordini dei farmacisti: la necessità di avere adeguate forniture di vaccino per i cittadini non compresi nell’offerta vaccinale pubblica ma che comunque sono intenzionati a vaccinarsi e quella di offrire lo spazio della farmacia per poter effettuare anche in quelle sedi le vaccinazioni.

Sulla prima richiesta si è registrato un primo spiraglio con l’accordo in Stato Regioni che ha destinato alle farmacie una prima fornitura di 250mila dosi giudicata però dai farmacisti del tutto insufficiente rispetto al fabbisogno reale (stimato per quest’anno in 1,5 milioni di dosi) mentre sulla seconda si è subito evidenziato una forte reazione contraria dei medici.

La situazione è quindi tutt’ora in evoluzione anche se mancano poche settimane all’avvio delle vaccinazioni. Per fare il punto e cercare di capire se e come sarà possibile superare queste difficoltà abbiamo intervistato il presidente della Fofi Andrea Mandelli che per primo ha sollevato la questione portandola all’attenzione del Governo e delle Regioni.

[continua…]

L’informazione scientifica nel “New Normal”, un webinar per approfondire il tema
COVID-19,156 Paesi aderiscono al piano COVAX. No di USA e Cina

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde