La Cina si è rifiutata di fornire a OMS i dati sui primi casi Covid

La Cina si sarebbe rifiutata di fornire all’Organizzazione Mondiale della Sanità i dati grezzi relativi ai primi 174 pazienti affetti da Covid. La delegazione dell’OMS si era recata proprio a Whuan per effettuare maggiori approfondimenti e ricostruire le ragioni alla base dello scoppio della pandemia. Lo ha dichiarato un membro del team di progetto, l’australiano Dominic Dwyer, esperto di malattie infettive.

La Cina, di fronte alle richieste della OMS, ha fornito solamente dei dati complessivi ma non quelli relativi ad ogni singolo caso. Le documentazioni richieste contengono generalmente una serie di informazioni legate alle domande poste ai pazienti in sede di visita, le loro risposte e gli approfondimenti effettuati.

In via ufficiale l’OMS ha comunque dichiarato che il report sulle indagini potrebbe essere pubblicato già questo venerdì.

Fnomceo si unisce all'appello per liberare i brevetti del vaccino Covid
Zoonosi virali e i rischi di nuove pandemie

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde