Informazione Scientifica e violazione della privacy

Il Garante della Privacy si è espresso, chiedendo maggiore attenzione alle tematiche di data breach in rapporto a pubblicazioni o divulgazione scientifica su studi clinici. Il paziente deve essere preventivamente e adeguatamente informato prima di poter condividere documenti inerenti alla propria salute. È infatti sempre necessario ricevere il consenso al trattamento della documentazione, anonimizzando i dati.

Le dichiarazioni del Garante fanno seguito a tre sanzioni emesse nei confronti di un medico, una Ausl e un’associazione di medici chirurghi. In tutti e tre i casi, sono stati pubblicati online alcuni documenti specifici legati alle problematiche di salute dei pazienti senza il consenso degli stessi.

AstraZeneca: dissequestrate le dosi ritirate a marzo
Enterolactis: Istruttoria Antitrust per restrizioni su prezzi e vendite online

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde