Il punto sugli anticorpi monoclonali

La Germania, come annunciato dal ministro della Salute Jens Spahn, ha acquistato 200 mila dosi di anticorpi monoclonali per il trattamento di forme lievi di Covid. La cifra spesa è pari a 2.000 euro per dose, per un totale di 400 milioni di euro.

L’Ema tuttavia, come dichiarato da Marco Cavaleri, responsabile Vaccini e Prodotti terapeutici Covid, dovrebbe autorizzare l’impiego degli anticorpi monoclonali indicativamente tra maggio e giugno 2021. Secondo Cavaleri, i dati clinici preliminari emersi dagli studi sono promettenti e dimostrano una buona efficacia soprattutto nella prevenzione del deterioramento della malattia in forma grave. Sono tuttavia necessari ulteriori approfondimenti al fine di dimostrare in maniera più solida l’effettiva presenza di benefici.

Anche in Italia il laboratorio di genetica medica dell’Università di Tor Vergata sta valutando un farmaco a base di anticorpi monoclonali che ha già mostrato buoni risultati. Regione Lazio ha inoltre stanziato 2 milioni di euro per sovvenzionare il progetto.

Vitamina D, osteoporosi e appropriatezza prescrittiva
Ictus: neuroriabilitazione più efficace grazie a opere d'arte e realtà virtuale

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde