Il 2019 di Ema, pubblicato il rapporto annuale

Pareri positivi per 66 farmaci umani e 15 per quelli veterinari, aumento del budget sfide relative alla digitalizzazione delle nuove sedi olandesi. Ecco i punti salienti del rapporto annuale dell’Agenzia europea dei medicinali

Un anno importante il 2019 per Ema. L’Agenzia europea dei medicinali ha pubblicato il suo solito rapporto annuale mettendo in risalto gli obiettivi principali raggiunti lo scorso anno. Dai 66 medicinali umani approvati, al primo vaccino per Ebola, per arrivare alla polemica sui sartani.

I farmaci umani approvati

A differenza del 2018, dove la classe terapeutica più attiva in termini di approvazioni era l’oncologia, a farla da padrone nel 2019 è stata l’ematologia. Con 16 farmaci ad aver avuto parere positivo supera la categoria delle infezioni (8) e quella dei tumori (6). Seguono neurologia (6), endocrinologia (5), immunologia, reumatologia e trapianto (5), cardiovascolare (4) e psichiatria (4).  Dei 66 medicinali approvati in totale, 30 sono caratterizzati da nuovi principi attivi.

Scarica documenti PDF

APSS Trento: le regole per l’attività degli Informatori Scientifici del Farmaco
Docufilm racconta 'il virus della paura' per imparare dalla pandemia

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde