Henrietta Lacks: la famiglia raggiunge accordo legale con Thermo Fisher

L’accordo raggiunto tra la famiglia di Henrietta Lacks e Thermo Fisher Scientific ha scatenato discussioni sull’impatto per altri casi simili. L’accordo verte sull’uso non autorizzato delle cellule tumorali di Lacks, e potrebbe avere implicazioni più ampie nell’ambito legale.

Secondo un esperto legale, l’accordo potrebbe aprirsi a un percorso di risarcimento per pazienti le cui cellule sono state commercializzate senza consenso. Tuttavia, sorgono ancora ostacoli che devono essere superati. L’accordo con Thermo Fisher, sebbene non divulgato in dettaglio, è considerato un passo significativo nell’affrontare questa questione complessa.

In particolare, l’accordo potrebbe riflettere una tendenza crescente verso la concessione di proprietà dei tessuti ai pazienti. Negli ultimi anni, il codice etico dell’American Medical Association ha suggerito che i medici dovrebbero ottenere il permesso dei pazienti per la commercializzazione dei loro tessuti e la condivisione dei profitti. L’accordo Henrietta Lacks potrebbe essere un riflesso di questo cambiamento di prospettiva.

Leggi l’articolo tradotto in italiano da Google

Leggi l’articolo originale in lingua inglese

Studio Università di Padova sul DNA svela nuovi bersagli terapeutici
Pediatra: estendere fino a 18 anni per l'Acp

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde