Grazie agli algoritmi, le terapie digitali possono affiancare o sostituire le terapie farmacologiche

Le terapie digitali sono in grado di prevenire, curare e migliorare il decorso di alcune malattie. App, videogiochi, software e altri strumenti terapeutici che si avvalgono di algoritmi validati clinicamente possono costituire un concreto intervento in affiancamento o addirittura in sostituzione alle terapie tradizionali e farmacologiche.

Grazie alla capacità di coinvolgere il paziente, le terapie digitali sono già utilizzate con risultati positivi negli Stati Uniti, in Austria, in Germania e in Svizzera. Anche l’Italia sta muovendo i primi passi. È da qualche anno attiva una task force composta da professionisti specializzati in diversi ambiti, dall’informatica all’economia sanitaria, chiamata “Terapie Digitali per l’Italia“.

Vaccino Covid: MSF chiede alle pharma di condividere la proprietà intellettuale
Firmato il piano per avviare la campagna di vaccinazione anti-Covid. Ecco cosa accadrà in Italia.

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde