Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19

Oggi 18 marzo è la giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19. Si tratta di una vera e propria tragedia che solo in Italia ha causato centinaia di migliaia di morti. Tra questi, circa 400 erano medici, deceduti a causa del lavoro di assistenza ai pazienti, così come sottolineato da Pina Onotri, Segretario Generale del Sindacato Medici Italiani. Onotri la definisce una “catastrofe umana e sociale” che dovrebbe portare il Governo ad un intervento deciso, per riconoscere come infortunio sul lavoro il contagio derivante dal Covid.

La leader dello Smi spende parole dure, forti e chiare descrivendo la linea del Governo e del Ministero della Salute come discriminatoria nei confronti della categoria dei medici e chiede a gran voce il coinvolgimento degli istituti assicurativi al pari di Inail.

Leggi le altre flash news

Ucraina: Hiv, tubercolosi e Covid minacciano l'Europa
Pfizer: bloccati studi su antivirale per paesi basso reddito

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde