Federfarma Piemonte: il progetto del Deprescrittore mina la fiducia del cittadino 

Il progetto “Deprescrizione e Riconciliazione Terapeutica (DeRT)” inaugurato l’1 febbraio 2019 inizia a suscitare le prime preoccupazioni sollevate da Federfarma Piemonte che richiede un maggior coinvolgimento dei MMG, pediatri e delle farmacie.

In una nota di Federfarma Piemonte: “Il progetto così come descritto dai media, sembra andare invece nella direzione opposta: fare intervenire soggetti estranei a questo percorso (il medico ASL e l’infermiere), addirittura con il compito anche di sospendere l’utilizzo di alcuni medicinali, rischia di ingenerare confusione nell’utente, minare il rapporto fiduciario con il proprio medico curante e la farmacia e, in definitiva, nuocere alla sua salute”.

 

 

Entrectinib: farmaco contro il cancro sviluppato in Italia, pronto per essere utilizzato
Farmaci: non è possibile sapere il loro prezzo a causa di alcune clausole

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde