Farmacista anticipava le medicine: 71 violazioni

I prodotti erano soggetti a prescrizione medica: ceduti privandoli della relativa fustella

Sono 71 le violazioni contestate dai Carabinieri del Nas di Bari ad un titolare di una farmacia locale per aver anticipato medicinali soggetti a prescrizione medica senza una reale urgenza, privandoli della relativa fustella.

L’operazione, riporta il quotidiano italiano, rientra in una serie di controlli che hanno riguardato diverse città d’Italia e che hanno portato ad una raffica di sanzioni e denunce. In una farmacia in provincia di Vibo Valentia, i militari del Nas di Catanzaro hanno trovato gravi carenze igienico sanitarie nei locali destinati alla produzione dei medicinali galenici.

Il Nas di Roma ha segnalato tre persone all’Autorità Giudiziaria per aver esercitato abusivamente la professione di farmacista in assenza dei titoli abilitativi. Durante il controllo, infatti, i militari del nucleo romano hanno sorpreso gli indagati mentre dispensavano medicinali con indosso un camice bianco.

Segnalato alla Procura della Repubblica della capitale anche il legale rappresentante di una società specializzata nel commercio all’ingrosso di dispositivi e presidi medici. Nel corso di un’attenta indagine, infatti, i Carabinieri hanno rilevato che l’indagato aveva avviato l’attività in assenza della prevista autorizzazione regionale e hanno riscontrato l’indebita commercializzazione di un farmaco

Studio Sars-Cov-2. Almeno 2 i ceppi del virus che circolavano già da metà gennaio. Ecco cosa è successo in Lombardia
Carcinoma epatocellulare, cabozantinib rimborsato in Italia per il trattamento in monoterapia di pazienti adulti con già trattati con sorafenib

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde