Disuguaglianze nel sistema sanitario italiano: Sud in sofferenza

Il recente Report Svimez, realizzato in collaborazione con Save the Children, ha messo in luce le criticità del sistema sanitario italiano, evidenziando gravi disuguaglianze regionali nel diritto alla salute. Nel Sud del Paese, le condizioni sanitarie sono particolarmente preoccupanti, con una maggiore mortalità per tumori e una minore propensione alla prevenzione rispetto al Nord.

Secondo il rapporto, la mobilità oncologica a lungo raggio nel Sud raggiunge addirittura il 43%, con un significativo flusso di pazienti che si spostano verso le strutture sanitarie del Nord per ricevere cure. Questo fenomeno evidenzia la carenza di servizi di prevenzione e cura nel Mezzogiorno, dove la spesa pubblica sanitaria è inferiore e le distanze da percorrere per ricevere assistenza sono maggiori.

Inoltre, l’autonomia differenziata, che potrebbe ulteriormente ampliare le disuguaglianze interregionali nel sistema sanitario, rischia di compromettere l’equità nell’accesso alle cure. Il metodo di riparto regionale del Fondo Sanitario Nazionale dovrebbe essere rivisto per tenere conto dei maggiori bisogni di cura nei territori a più elevato disagio socio-economico.

Contenuti digitali per i medici: aumenta di 2,5 volte l'ingaggio di nuovi pazienti
Farmaci: weekly update dell'11 febbraio

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde