Deposito farmaci illegale, sequestrati circa 4500 confezioni

I carabinieri del nucleo antisofisticazione di Pescara hanno scoperto un deposito di farmaci abusivo che non aveva alcuna autorizzazione regionale né i requisiti igienici.

Il sequestro è avvenuto a Vasto e si ipotizza che le circa 4500 confezioni di medicinali sequestrate potessero essere distribuite illegalmente nel territorio abruzzese e in quello molisano.

La scoperta da parte dei militari è avvenuta nella notte fra venerdì 18 e sabato 19 luglio in un deposito che risulta di proprietà di un uomo di 50 anni, ora denunciato. Per arrivare al deposito illegale  i carabinieri del nucleo antisofisticazione hanno pedinato dei mezzi che presumibilmente erano utilizzati per lo smistamento delle medicine.

Quando i Nas li hanno trovati, erano accatastati in mezzo a materiali di risulta e pneumatici, quindi in un luogo inadatto alla conservazione dei medicinali. I farmaci sequestrati sono stati spostati poi in locali idonei.

L’operazione dei Nas segue di pochi giorni, secondo quanto riferisce l’Ansa, una scoperta analoga effettuata in un garage della costa teramana.

Farmaci: 18 cessate commercializzazioni
l'Oms dichiara l'epidemia di virus ebola emergenza sanitaria internazionale

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde