“Daily Tampon”: bastano tre minuti per il test salivare “made in Italy” anti-Covid

L’azienda Allum di Merate (Lecco) – in collaborazione con l’Università del Sannio annuncia di aver superato l’esame per l’approvazione da parte del Ministero della Salute(ma il Ministero smentisce, ndr) di un test – denominato “Daily Tampon” che si esegue su un campione di saliva e che dà il risultato – di positività o meno al Coronavirus – in appena tre minuti.

L’azienda brianzola si dice pronta a partire con la produzione.

Un ‘salto di settore’ per l’impresa, che realizza sistemi di illuminazione. Dalle lampade ai tamponi. Curioso, quantomeno.

Come un test di gravidanza

Il test rapido fornisce il risultato come un test di gravidanza: positivo due strisce, negativo una.
Si propone come un esame utile a gestire flussi di massa.

La Allum di Merate spiega di poter produrre 20 milioni di tamponi, per la rilevazione del virus che provoca Covid-19.

É uno strumento che può contribuire a “far ripartire settori fermi dal marzo scorso”, viene evidenziato nella nota diffusa dall’Associazione Api Lecco e Sondrio (Associazione piccole e medie industrie della provincia di Lecco e Sondrio), a cui l’azienda Allum è associata.

“In Italia non esiste nessuna soluzione di questo tipo, la Allum è la prima a realizzarlo”, spiegano.

Come funziona il test

Il test funziona così: si prende un campione di saliva con un cotton-fioc, si appoggia quest’ultimo sul tampone e in tre minuti, con l’utilizzo congiunto di tre reagenti, il tampone restituisce il risultato.

L’esame si potrebbe usare in contesti come “le scuole, gli ospedali”, ma anche per far “tornare ad avere il pubblico in settori che sono fermi, o costretti a operare ‘a porte chiuse’, come ad esempio lo sport o la musica”.

Il prodotto, si sottolinea, ha un prezzo inferiore all’attuale tampone: “Costa meno della metà di quelli che vengono attualmente utilizzati”.

Nella conferenza stampa via Facebook del pomeriggio, Stefania Magni, titolare dell’azienda Allum ha spiegato: “Da 40 anni realizziamo sistemi di illuminazione. A inizio anno stavamo progettando delle lampade che potessero sanificare gli ambienti dal virus Sars-CoV-2, ma ci siamo resi conto che diventava un’operazione troppo lunga e onerosa. quindi abbiamo iniziato a studiare insieme a Pasquale Vito, professore di genetica all’università degli Studi del Sannio, e allo spin-off universitario Genus Biotech di cui è presidente, questo tampone giornaliero con risultato veloce”.

Intanto a Padova…

Nel frattempo, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha annunciato “un progetto sperimentale dell’Università di Padova sotto la direzione scientifica del professor Plebani: i test salivari”.
“Il test della saliva sarà usato per monitorare il personale docente e indispensabile allo svolgimento delle lezioni, con la stessa frequenza con cui si testa il personale sanitario, e quindi ogni 20 giorni, spiega Rosario Rizzuto, il Rettore dell’Università di Padova”.

 

Telemedicina. Regioni verso l’ok al documento su visite via web
Coronavirus, nove Big Pharma promettono il vaccino ma sicuro ed efficace

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde