Da Mylan il sito biosimilari.it e un fumetto per favorire una corretta informazione

Cosa sono i biosimilari? Sono farmaci sicuri? Hanno la stessa efficacia degli altri farmaci biotecnologici? Per rispondere a queste domande e favorire una corretta informazione sull’argomento, Mylan lancia www.biosimilari.it, un sito in lingua italiana, rivolto al grande pubblico, dedicato al tema dei biosimilari. All’interno del sito, oltre a molti materiali informativi, è possibile leggere il fumetto “Bios e Biol, gemelli a confronto – Racconti sui farmaci biosimilari”, realizzato in collaborazione con Scuola del fumetto di Milano.

I biosimilari sono un’importante risorsa per garantire l’accesso a terapie innovative per un numero maggiore di pazienti e rappresentano una preziosa opportunità da valorizzare. Sono, inoltre, farmaci sicuri ed efficaci, un aspetto centrale per Mylan. Fabio Torriglia, Amministratore Delegato, Mylan Italia, ha commentato: “A livello globale Mylan è impegnata per diffondere una maggiore conoscenza dei farmaci biosimilari. Con i nostri farmaci biosimilari in aree terapeutiche come l’oncologia, l’immunologia, l’endocrinologia, l’oftalmologia e la dermatologia[1], puntiamo ad accrescere l’accesso ai trattamenti per un numero sempre maggiore di pazienti: una salute migliore per un mondo migliore, una persona alla volta”.

Realizzato da Mylan, il sito web www.biosimilari.it si pone l’obiettivo di diffondere una conoscenza corretta sui biosimilari e raccontarne le potenzialità presso il grande pubblico: attraverso contenuti diversificati, come video, articoli e infografiche, caratterizzati da un linguaggio chiaro e divulgativo, l’Azienda racconta l’efficacia e la sicurezza dei biosimilari sul piano terapeutico, indaga differenze e similitudini rispetto ai farmaci biologici di riferimento ed evidenzia i vantaggi per il Servizio Sanitario Nazionale.

All’interno del sito è disponibile anche il fumetto “Bios e Biol, gemelli a confronto – Racconti sui farmaci biosimilari”, realizzato in collaborazione con la Scuola del Fumetto di Milano: la sceneggiatrice e letterista Maria Francesca Perfiano e il disegnatore e colorista Gilbey Ibarra hanno utilizzato la metafora calcistica per spiegare il tema dei biosimilari. Giuseppe Calzolari, Direttore e Fondatore della storica scuola milanese, ha dichiarato: “Abbiamo una lunga storia di collaborazioni, come Scuola del Fumetto, con aziende di diversi settori, e quando ci è stata presentata questa nuova sfida abbiamo percepito subito la complessità del tema. Il punto di partenza è stato lo sviluppo grafico dei protagonisti attorno a cui ruota la storia, Bios e Biol, che dovevano rispettare una serie di caratteristiche importanti, dovevano essere simili, ma non identici”.

[continua…]

Regione Lazio: Informazione Scientifica del Farmaco in modalità telematica/telefonica sino a tutto il 30 giugno
Veneto: la nuova ordinanza autorizza l'attività ISF in deroga alle disposizioni limitative

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde