Covid. Pronto il primo vaccino cinese. Le prime dosi saranno somministrate ai militari

Il 25 giugno la Commissione militare centrale dell’Esercito cinese ha autorizzato la somministrazione di Ad5-nCoV, candidato vaccino messo a punto dalla biotech CanSino Biologics e dall’Accademia delle Scienze Militari cinesi (AMS). La decisione è arrivata a seguito della pubblicazione, su The Lancet, di uno studio che ha attestato l’efficacia e la sicurezza del candidato. La somministrazione durerà un anno e coinvolgerà esclusivamente il personale militare

Una notizia destinata forse a cambiare la storia della pandemia da COVID-19. Arriva dalla Cina, dove l’esercito cinese ha cominciato a ricevere dosi del candidato vaccino Ad5-nCoV della biotech CanSino Biologics.

Il via libera all’inoculazione è arrivato dalla Commissione militare centrale il 25 giugno, a valle della pubblicazione di uno studio – su The Lancet il 13 giugno – che ha attestato la sicurezza e l’efficacia del candidato sviluppato da CanSino e dall’istituto di ricerca che afferisce all’Accademia delle Scienze Militari cinesi (AMS).

Lo studio pubblicato da The Lancet ha testato Ad5-nCoV su 108 partecipanti al regime di tre dosi (bassa, media e alta), registrando una rapida risposta dei linfociti T a 14 giorni dall’inoculazione e nessun effetto avverso nei 28 giorni successivi.

Gilead ufficializza il prezzo del remdesivir: 390 euro a fiala, 2340 per la terapia completa
Il mercato delle Big del pharma aumenta di valore, più 50 miliardi nel primo semestre 2020

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde