Certificazione verde per il Covid e il ruolo di medici e farmacisti

Arriva in Italia la Certificazione verde per il Covid. Si tratta di un documento digitale, stampabile e gratuito, pensato per poter facilitare, tra le altre cose, la partecipazione a eventi pubblici come ad esempio fiere, concerti, gare sportive e cerimonie. Inoltre, grazie alla Certificazione verde sarà possibile accedere alle residenze sanitarie assistenziali, spostarsi sul territorio sia in entrata che in uscita attraverso le diverse zone, inclusi i territori classificati come “zona rossa” o “zona arancione”.

All’interno di questo nuovo scenario, anche medici di famiglia e farmacisti saranno coinvolti in prima persona ricoprendo un ruolo non secondario. Saranno infatti chiamati a ottenere dal paziente il Codice Fiscale e la Tessera Sanitaria, o stampare la Certificazione con il QR Code o inviarlo ad un indirizzo email indicato dall’utente.

Questa attività andrà ad aggiungersi al carico di lavoro degli studi dei medici, già elevato, così come dei farmacisti.

Evento Filctem: le contraddizioni nei contratti degli ISF
Dispositivi medici: il Consiglio europeo chiede maggiore coinvolgimento all’Ema

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde