Carenza farmaci tra esigenze reali e fake news

Esiste una classifica di farmaci carenti? No, come sottolinea Domenico Di Giorgio, direttore dell’area Ispezioni e certificazioni dell’Agenzia italiana del farmaco (AIFA).

La distinzione principale da fare è in realtà una: esistono carenze di medicinali reali, legate alle difficoltà di approvvigionamento, ed esistono emergenze amplificate dai social, insieme alle cosiddette fake news.

Queste notizie si basano su fatti presunti o del tutto infondati, come fu il caso dell’idrossiclorochina che nel corso della pandemia ha portato ad un incremento del 4.000% del suo utilizzo negli ospedali italiani.

Parallelamente, seguendo la via del social network, si registra una corsa agli acquisti anche da parte dei privati ma il boom di domanda rischia di compromettere l’intero sistema.

Egualia: piano Aifa 2022 taglia le gambe a cure più accessibili
Radiografie: quando il medico rischia di incorrere in un reato

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde